AIA e la Sfida degli Stereotipi d’Italia

L’articolo di oggi consisterà di un breve ma doveroso follow-up dedicato a una campagna pubblicitaria di cui le prime tre parti sono già state trattate nel blog. Bando alle ciance e vediamo subito perché il nuovo spot AIA non è bocciato…né promosso.

Uno in casa, uno all’esterno, due uomini ci presentano i wurstel di pollo e tacchino AIA che si accingono a preparare. Modi di cucinare e condire diversi, il primo diffida delle capacità dell’altro di non combinare guai, il secondo delle capacità dell’altro di tener sveglie le ospiti. Saranno anche diversi, ma entrambi amano Wudy, come ci ricorda la narratrice. Parliamone.

Continua a leggere

Pulire e Cucinare? Sì, ma Solo per gli Animali.

Ho già scritto innumerevoli volte di spot che rinforzano gli stereotipi di genere mediante la rappresentazione della donna come unico agente attivo nell’espletazione di attività domestiche, ma oggi farò qualcosa di diverso, focalizzandomi su un altro filone pubblicitario che ho trovato interessante e volevo condividere con voi. Pur non meritando, intrinsecamente, una bocciatura, entrambe le pubblicità di cui sto per parlarvi concorrono a rinforzare quelle stesse narrative stereotipate e sessiste portate avanti dalla gran parte degli spot. I marchi sono, rispettivamente, Swiffer e Cesar.

Il protagonista ci comunica quanto adori i suoi cani ma quanto, al contempo, i loro peli lo facciano impazzire. Per fortuna che c’è Swiffer, che gli consente di catturare i pelazzi dei suoi compagni a quattro zampe con estrema facilità. Uno spot breve, semplice e diretto. Vediamo il prossimo.

Continua a leggere

Rinazina: Libertà (Anche dagli Stereotipi) in un Respiro

Ogni tanto ci vuole un buon esempio, non trovate? Una bella boccata d’aria fresca nel bel mezzo dello smog stereotipato delle solite pubblicità. Perciò, questo sabato lasciate che giunga con una buona nuova. Se, nella stessa categoria di prodotti per contrastare i sintomi del raffreddore, Vivin C e Vicks si sono dimostrati profondamente legati a immaginari stereotipati, lo stesso non può dirsi di Rinazina, che ci propone qualcosa di diverso. Vediamo insieme questa proposta.

Un genitore sta aiutando sua figlia a concludere gli ultimissimi preparativi prima di una recita, ma ecco che un fastidioso starnuto lo colpisce all’improvviso. Grazie all’aiuto di Rinazina Spray Nasale, però, il protagonista dello spot riesce a liberarsi del disagio e a godersi in piena serenità, con orgoglio (e in compagnia di quella che potrebbe essere la compagna), questo importante momento per la sua pargoletta.

Continua a leggere