SNAI – Oggettivale Tutte

L’articolo di oggi è all’insegna del “per non dimenticare”. Lo spot in questione, infatti, ha smesso di scorrere sugli schermi intorno alla metà del mese scorso, essendo rigidamente legato all’evento dei Mondiali di Russia. Nonostante ciò, ho pensato che valesse la pena di cementare la testimonianza della sua messa in onda. Vediamo un po’ cos’hanno partorito le menti creative dietro alla pubblicizzazione SNAI.

Un uomo di mezz’età sospira mogio osservando la foto che stringe tra le mani, mentre il narratore commenta sul suo essere stato tradito, nonostante l’avesse sempre amata. Ma tu guarda ‘sta stronza, eh. Ah, parlava della Nazionale di calcio! Ecco che per invitare l’uomo a smettere di piangersi addosso, lo spot ci introduce a una pletora di donne provenienti da più parti del mondo e che appaiono curiosamente interessate al protagonista (spettatore). Grazie all’incoraggiamento del narratore, l’uomo si decide a non soffrire più per una don-squadra sola, e a divertirsi con tutte. La pubblicità termina con tutta la ciurma allegra a fare il tifo in un negozio SNAI. Parliamone.

Continua a leggere

Bilboa – Sessualizza la Tua Voglia di Sole

Pronti e pronte per scoprire come si è rinnovata pubblicitariamente un’altra azienda di cui ho parlato l’anno scorso? So che non state più nella pelle, quindi non vi farò attendere troppo. L’ambito è quello della cura di sé. Il marchio? Bilboa.

Una scritta in sovraimpressione ci invita a scoprire il segreto per un’abbronzatura intensa, mentre sul lato scorre il retro del corpo di una modella, di cui possiamo vedere il deretano sia in versione asciutta che in versione bagnata, e di cui possiamo anche scorgere una visione laterale di uno dei seni. A concludere, una carrellata di prodotti Bilboa. Parliamone.
Continua a leggere

Nella Mia Sessualizzazione, c’è Chilly

Certa che vi siano mancati, oggi torno a parlarvi di prodotti per la cura del corpo. Relativamente ai temi del blog, le problematiche più comuni in quest’ambito pubblicitario sono la genderizzazione innecessaria e la sessualizzazione gratuita. Di quale dono ci avrà fatto la grazia Chilly, con il suo spot estivo? Shhh, lo so che il titolo anticipa, ma facciamo finta di no.

Assolutamente estasiata, una giovane donna ci annuncia che nel suo intimo c’è Chilly. Ondeggiando braccia e sedere, la protagonista si avvia gioiosamente verso la doccia, culla la confezione di Chilly evidenziando le curve del seno e ridendo smodatamente, poi si sorregge il seno, carezza pube, cosce e glutei – curandosi di mostrarci tutto perché sì! Arriva una seconda giovane, anche lei ancheggiante e felice di usare Chilly. Lo spot si conclude con la consueta immagine della confezione di Chilly sovrapposta al pube di una ragazza. Parliamone.

Continua a leggere

Onilaq, Liberi di Genderizzare un Medicinale

Per la prima volta (che non sarà l’ultima) dalla nascita del blog, torno a scrivere della nuova versione di uno spot di cui ho già scritto. Il titolo dell’articolo anticipa la natura del ritorno. Vediamo insieme il nuovo spot Onilaq (se volete, potete rinfrescarvi la memoria con il primo).

Una donna, seduta e vestita di nero, copre vergognosamente i suoi piedi, portandoli nell’oscurità, mentre il narratore le chiede se è stanca della micosi alle unghie. Fortuna che c’è Onilaq, un medicinale che agisce con una sola applicazione a settimana. E dopo sette giorni, con unghie sane, la protagonista dello spot, ora vestita di colori chiari, è finalmente libera di mostrare i suoi piedi. Parliamone.

Continua a leggere

Fonte Essenziale – Genderizzare è Facile come Bere un Bicchier d’Acqua

Con l’articolo di oggi facciamo ritorno al tema della genderizzazione, passando per la categoria delle bevande. Il prodotto di cui parlerò va attualmente in onda con diverse pubblicità e cercherò di integrarne quante più possibili – partendo da quella vista più di recente. Bando alle ciance e guardiamo gli spot di Fonte Essenziale di Ferrarelle.

Una giovane donna ci parla di quanto trovi essenziale liberarsi dalla pancia gonfia e un’altra ci racconta dell’essenzialità di liberarsi dal senso di pesantezza (mentre corre trascinata da suo figlio). Infine, una maestra ci spiega che le è essenziale liberarsi dalla stitichezza. Versarsi due bicchieri di Acqua Essenziale (mostrandoci la fede nuziale nel farlo) stimolerà il suo intestino permettendole di insegnare con serenità. Perché sentirsi liberi dentro è semplice come bere un bicchier d’acqua. Proseguiamo con gli altri spot.

Continua a leggere