Euronics – Per Lui o Per Lei?

Su segnalazione della gentilissima Ilaria, vi mostro come la cara Euronics ha scelto di promuovere le proprie offerte di San Valentino. Normalissimi sconti su una gamma di prodotti utili? Integrazione di confezionamenti o cartoline speciali per l’occasione? Ah! Sempliciotte e sempliciotti. Lasciatevi stupire dalla moderna originalità di Euronics!

Euronics


Avete capito benissimo! Euronics, rivenditore di elettrodomestici e informatica, si è preso la briga di dividere i prodotti in offerta in “per lei” e “per lui”. In da uomo e da donna. Prima di scoprire in che modo, suggerisco di soffermarsi sul fatto che il brand ha anche avuto la brillante idea di codificare il “maschile” con l’azzurro e il “femminile” con il rosa. Insomma, ci troviamo dinanzi alla perfetta e coerente continuazione del marketing per l’infanzia, categorizzato per sesso sulla base del niente se non stereotipi ridicoli e insultanti (a partire dall’associazione dei colori – già è tanto che abbiano usato le stesse iconcine per entrambi i riquadri).

Insomma, fatto salvo per esempi estremamente limitati (come possono essere i rasoi elettrici per la barba, per esempio), quali sarebbero i prodotti elettronici e informatici che è sensato indicare come “da uomo” o “da donna”? Tutti sono potenzialmente utili, d’interesse e adatti del tutto a prescindere dal sesso. Non serve quindi particolare acume per intuire la mentalità sessista alla base di una simile suddivisione. Già solo il fatto che sia venuto in mente di operarla fa cascare le mie fragili braccia di femmina.

Se per lui l’offerta è concentrata su televisori, console e notebook, tra i prodotti per lei spiccano fornetti, asciugatrici, asciugacapelli. Sebbene nessuno di questi prodotti sia sesso-specifico (e creare le due categorie sia insensato a monte), integrarli con prevalenza o esclusività in categorie esplicitamente indicate come per uno o per l’altro sesso invia messaggi inequivocabili. E sono sempre i soliti messaggi, mie care e miei cari. Gli stessi che iniziano a esserci comunicati dalla culla. Alcune cose sono da donna, interessano alle donne e spettano alle donne, mentre altre cose sono da uomo, interessano agli uomini e spettano agli uomini (nel caso specifico, domesticità e cura dell’estetica da un lato, gioco e lavoro dall’altro). Nulla che faccia riferimento a reali, effettive e naturali differenze tra i sessi, ovviamente. Solo arbitrarie decisioni culturali che conosciamo bene e stiamo imparando a conoscere anche meglio.

Quando sono brand legati alla tecnologia, al moderno, fa ancora più amarezza (almeno alla sottoscritta) constatare il radicamento degli stereotipi sui sessi. Ma è abbondantemente chiaro che l’ambito di produzione e vendita poco influisca sul desiderio di profittare assoggettandosi alle norme culturali vigenti, quali che siano i messaggi inviati a consumatori e consumatrici.

Se pensate che dividere le offerte informatiche in maschili e femminili sia irragionevole, potete farlo sapere a Euronics scrivendo su Twitter, su Facebook o tramite il modulo di contatto sul sito web.

Alla prossima e, mi raccomando, occhio agli spot!

Precedente Protezione Stereotipi con Credem Banca Successivo Enterogermina Gonfiore - Tripla Azione Sessista